.
Annunci online

adestra [ «E' normale che esista la paura, in ogni uomo, l'importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti.» P. Borsellino ]
 


                 
 
                


 siamoadestra@yahoo.it


         10febbraio.it


       
          www.terrorhaza.hu

                 
         ATTENZIONE !     

Il Blog di Adestra è curato  da alcuni ragazzi e ragazze che si riconoscono all’interno dell’ostracizzata e sottovalutata Cultura di Destra.  Coloro i quali desiderino scrivere commenti
sono - di regola -
i benvenuti, al di là di ogni appartenenza politica più o meno manifestata.
Gli autori si riservano tuttavia il diritto di esaminare il contenuto dei commenti di bloggers anonimi,
 non certificati e/o in black-list.
A seguito di tale verifica, i commenti verranno insindacabilmente ritenuti dagli autori
idonei alla pubblicazione o cancellati dal blog.
Gli autori si riservano oltremodo il diritto di rimuovere eventuali commenti  ritenuti offensivi,  fuori argomento e/o scurrili.
Gli autori  dichiarano altresì di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001
Il materiale riportato nel blog è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio, commento, didattici e di ricerca.
Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse dagli autori.
Grazie e Buona Navigazione!


                                                  
          


       
         



          



        
                                    
         
                



      

                                                                          
   
            
            


           

         
                      

        


              Giù le zampe dai bambini!


           
     


         NO all'Eurabia!


     


    Cuba no es libre

                

     

                  

  

        

           
         
     
      

             

                

 




 


27 dicembre 2011


Pacco e contropacco

 

La crisi che continua, imperterrita, ad attanagliare il nostro paese non poteva, di certo, essere risolta da un professore che pur qualificato che sia non è onnipotente e la disastrosa salita dello spread lo testimonia.

E questo è un pacco.

Ma il vero contro pacco è stato confezionato dai partiti che, per un interesse o per un altro hanno deciso di non mettersi in discussione per non perdere voti e hanno quindi abdicato a Monti la responsabilità di portarci in fondo al burrone.

Se la manovra fosse stata gestita dal Governo Berlusconi, il PdL avrebbe perso la poca credibilità che ancora aveva e la gente avrebbe iniziato a prendere, forse giustamente, a calci nel deretano tutti gli assoldati "peones" del Premier, nessuno escluso.

Se subentrava, magari con le elezioni anticipate, il PD, le pedate si sarebbero allargate anche a quell’area che è incapace, in assoluto, di prendere una minima decisione.

Con questo Governo, quindi, la politica ci ha guadagnato tutta.

La Lega, col fiato corto perché non più credibile agli occhi dei suoi si è messa all’opposizione facendo più casino possibile per dimostrare la propria contrarietà alla manovra “lacrime e sangue” indetta da Monti, facendo finta di non aver governato, per anni, con Berlusconi e di aver accettato di votare tutte le leggi ad personam contribuendo a mandarci dritti dritti nel baratro in cui stiamo precipitando.

Di Pietro, da buon contadinazzo prestato alla politica, si è messo di traverso ben consapevole di non rischiare nulla poiché la “maggioranza” per Monti è elevata e quindi facendo finta di essere all’opposizione cavalca, come la Lega, l’ondata del malcontento.

In pratica la politica ha abdicato, lo spread vola, le tasche si svuotano, le fabbriche stanno chiudendo senza che alla Casta, questa situazione che lei stessa ha creato, costi, una lira, pardon, allo stato, un euro.

adestra




permalink | inviato da adestra il 27/12/2011 alle 13:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre        gennaio
 
rubriche
Diario
TORINO E VALSANGONE
SPORT
CULTURA

cose
Ultime cose

Il mio profilo
da vedere
ALMIRANTE
SIMONE
ERCOLINA MILANESI
MARCELLO BASSANO
SPAZIO ATTIVO
PIKE
IL SASSO NELLO STAGNO
MARCO LATTANZIO
LESSICO DEMOCRATICO
DISCUTENDO
NON SOLO NAPOLI
IL PENSATORE
CAFENERO
IL FAZIOSO LIBERALE
LESSICO DEMOCRATICO
Rainbowman56's Blog
SENTER
LOCURA
FILEMORE
JEAN83
Generation Y
ANVENARIA
ARGO 50
CONTROCORRENTE
CUORI NERI
DALAI LAMA
DOSSIER TIBET
ERCOLINA MILANESI
FONDAZIONE MAGNA CARTA
GIANGIACOMOTHINKTHANK
GHIGLIA
GUZZANTI
IL FRONTE
IL GIORNALE
ITALIA SVEGLIATI
LA CASA DEL TERRORE
LIBERAZONA
LOCAGIULIVA
LUCADOC
LUIGI CURCI
MARINIELLO
OSSERVATORE DI ROMANO
PANORAMA
PERON
QUELGIORNOSULLALUNA
PENSIERO LIBERALE
STRANICRISTIANI
cerca
me l'avete letto 1105060 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom