.
Annunci online

adestra [ «E' normale che esista la paura, in ogni uomo, l'importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti.» P. Borsellino ]
 


                 
 
                


 siamoadestra@yahoo.it


         10febbraio.it


       
          www.terrorhaza.hu

                 
         ATTENZIONE !     

Il Blog di Adestra è curato  da alcuni ragazzi e ragazze che si riconoscono all’interno dell’ostracizzata e sottovalutata Cultura di Destra.  Coloro i quali desiderino scrivere commenti
sono - di regola -
i benvenuti, al di là di ogni appartenenza politica più o meno manifestata.
Gli autori si riservano tuttavia il diritto di esaminare il contenuto dei commenti di bloggers anonimi,
 non certificati e/o in black-list.
A seguito di tale verifica, i commenti verranno insindacabilmente ritenuti dagli autori
idonei alla pubblicazione o cancellati dal blog.
Gli autori si riservano oltremodo il diritto di rimuovere eventuali commenti  ritenuti offensivi,  fuori argomento e/o scurrili.
Gli autori  dichiarano altresì di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001
Il materiale riportato nel blog è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio, commento, didattici e di ricerca.
Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse dagli autori.
Grazie e Buona Navigazione!


                                                  
          


       
         



          



        
                                    
         
                



      

                                                                          
   
            
            


           

         
                      

        


              Giù le zampe dai bambini!


           
     


         NO all'Eurabia!


     


    Cuba no es libre

                

     

                  

  

        

           
         
     
      

             

                

 




 


19 gennaio 2008


Tav? grazie, no.

 


Da parecchio tempo, colpevolmente, il nostro Blog non si è più interessato al problema Tav in quanto avevamo inteso che la nostra bellissima Valle, già tormentata dalla cementificazione speculativa, l’avesse scampata per una ulteriore invasione di cemento, ma forse sbagliavamo o almeno questo appare sul documento che, via mail, abbiamo ricevuto dal sito NO Tav di Rivalta.

Per il momento rimaniamo in attesa di conoscere meglio la situazione che, comunque, seguiremo con la dovuta attenzione in quanto riguarda la nostra salute, i valori dei nostri immobili che scenderebbe in modo immediato ed esponenziale, l’eventuale apertura di un cantiere ventennale ed una conseguente ed ulteriore cementificazione che se attraente per gli interessi conosciuti o meno delle numerose e potenti lobby locali non riteniamo lo possa essere per noi, normali cittadini.

                                adestra




permalink | inviato da adestra il 19/1/2008 alle 15:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


18 luglio 2007


Comunicato Stampa 21/07

Il passaggio a livello è andato “in pensione”. Con la chiusura della scorsa settimana, hanno fatto la comparsa nel sottopasso, delle rampe. Dovrebbero servire, questi irti scivoli, per consentire il passaggio ai disabili in carrozzella e facilitare le mamme che debbono spingere un passeggini.

Le pendenze percentuali, da far invidia alle più ardue salite del Tour, sono talmente elevate da impedire un reale impiego tanto per i passeggini che per le carrozzelle.

Ancora una volta l’amministrazione, che i lavori ha fatto eseguire, dimostrata tutta la inefficacia. Gli interventi si fanno senza chiedersi se davvero capaci di rispondere alle esigenze concrete.

“Denunciamo con forza – aggiunge Gian Luca Matlì, capogruppo di “Avigliana nel Cuore” – che non c’è modo per un portatore d’handicap di passare direttamente da corso Laghi a corso Torino. E’ questa è incivile. Auspichiamo che il sindaco Mattioli si spenda in prima persona per risolvere la situazione”.

Ufficio Stampa

“Avigliana nel Cuore”




permalink | inviato da adestra il 18/7/2007 alle 15:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 luglio 2007


COMUNICATO STAMPA 20/07

IL CENTRO-SINISTRA AVIGLIANESE SCONFESSA FERRENTINO E L’ASSEMBLEA DEI SINDACI. LA MATTIOLI SI AUTO-EMENDA

Il Consiglio Comunale di Avigliana, la maggioranza di centro-sinistra meglio, ha approvato un Ordine del Giorno sul tema Tav che non è quello licenziato dall’Assemblea dei Sindaci. Questo è un dato politico che non possiamo tacere, e che soprattutto gli organi di stampa non debbono silenziare in ossequio al triste principio del “non disturbare il manovratore”.

Sostanzialmente: “Amare Avigliana”, l’una e l’altra parte, tanto gli indipendenti quanto i podisti, hanno sconfessato Antonio Fermentino, che in numerosi interventi pubblici ha sempre sottolineato come fosse il testo uscito dall’assise dei primi cittadino quello che più compiutamente rappresentava le posizioni. Di più il sindaco Mattioli è riuscita nella mirabile impresa di emendare se stessa.

Ciò dimostra, inequivocabilmente, il limite strutturale dell’Assemblea dei Sindaci. Uno strumento che noi - fedeli all’insegnamento di De Tocqueville, che insegna a ben distinguere tra democrazia e dittatura delle maggioranze – continuiamo a ritenere assai poco democratico. Un’opinione che si dimostra valida, se anche i consiglieri che sostengono (sorreggono ) la Mattioli hanno il bisogno di variare in modo significativo un testo in essa elaborata su un tema tanto rilevante come il Tav.

“Ci prema sottolineare – dice il capogruppo Gian Luca Matlì – quanto ormai la sinistra sia in stato confusionale, con l’unica possibilità di attaccarsi ai bizantinismi per tenere insieme ciò che insieme non può tenersi: o Prodi o il No-Tav, non è possibile una terza via. Non basteranno le parole, gli equilibrismi dialettici, quando si tratterà di paragonarsi alle proposte progettuali. Per quanto si cerchi il mantenimento del potere con tutto se stessi (la ragion d’essere di “Amare Avigliana”) la realtà è più forte”.

Forse è il tempo di una verifica, prof.ssa Mattioli?

Ufficio Stampa

“Avigliana nel Cuore”

                            adestra




permalink | inviato da adestra il 16/7/2007 alle 23:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


28 giugno 2007


Comunicato Stampa


Comunicato Stampa 16/07

E’ stato costituito ufficialmente il Gruppo Consigliare “Indipendenti per Amare Avigliana”.
La maggioranza, quindi, si è spaccata in due gruppi.
Siamo certi che verranno addotte nobili ragioni alla scelta di dar vita a due distinti raggruppamenti in Consiglio, ma – come spesso accade in politica – la spiegazione più semplice è quella che più si avvicina al vero. E la spiegazione più immediata è quasi una constatazione: la sinistra è unita solo elettoralisticamente, cioè per conquistare le poltrone. Poltrone che non sono mai in numero sufficiente per accontentare gli appetiti di tutti – singoli, partiti e gruppi di interesse - e, quindi, le divisioni emergono.“La scelta di dividersi in due gruppi – commenta Gian Luca Matlì, capogruppo di “Avigliana nel Cuore” – è una grave mancanza di rispetto per i cittadini: “Amare Avigliana” si è loro presentata come una squadra unita e compatta, ma… finita la campagna elettorale, subito regolano i conti interni frazionandosi. Unità e compattezza evidentemente hanno una data di scadenza post-elettorale. Questo dimostra – conclude Matlì – anche la nostra serietà. Abbiamo affrontato la competizione elettorale senza cercare accordi ad ogni costo con chi, dopo aver militato con noi, ci ha abbandonato per intraprendere un triste percorso verso la funzione di “lista civetta” di Carla Mattioli e C.”.

Ufficio Stampa

“Avigliana nel Cuore”

                                adestra




permalink | inviato da adestra il 28/6/2007 alle 19:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 giugno 2007


Aggiungi un posto a tavola

 

COMUNICATO STAMPA 06/07

UN SUCCESSO L'INIZIATIVA "AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA".

RACCOLTA ALIMENTARE PRESSO LA SCUOLA MEDIA GONIN DI GIAVENO.

350 CHILOGRAMMI DI ALIMENTI GIA' IN DISTRIBUZIONE ALLE

50 FAMIGLIE ASSISTITE DALL'ASSOCIAZIONE

Il 7 giugno 2007, presso la Scuola Media "Francesco Gonin" di Giaveno, per iniziativa della sede operativa Valasangone dell'associazione "Maria Madre della Provvidenza" e di A.Ge. (Associazione Italiana Genitori), si è tenuta l'iniziativa "Aggiungi un posto a tavola". Una raccolta alimentare, momento di educazione alla condivisione e concreto aiuto ai più bisog nosi. Raccolti e già stoccati nella sede di Viale Regina Elena, oltre 350 chilogrammi di alimenti non deteriorabili (pasta, riso, pelati, cibo in scatola, latte, biscotti, caffè ed olio). Quanto raccolto contribuirà al mantenimento del servizio di sostegno alle famiglie in difficoltà attraverso le "buste mensili". Circa 50 i nuclei famigliari assistiti dalla sede valsangonese. "Siamo soddisfatti - commenta il responsabile della sede locale di "Maria Madre della Provvidenza", Marco Margrita - del successo dell'iniziativa, soprattutto nel suo significato di educazione alla condivisione del bisogno. Siamo convinti dell'importanza di simili proposte, che intendiamo nel prossimo anno scolastico replicare in altri plessi". Dettaglia il referente del progetto di raccolta e distribuzione alimenti, Vincenzo Zurzolo: "all'ingresso della scuola otto nostri volontari hanno accolto i ragazzi e raccolto quanto questi hanno portato. C'è stata grande collaborazione di professori e non docenti; un ringraziamento speciale vogliamo rivolgere al preside e vice, Francesco Accordon ed Anna Cataldo".

Sede Valsangone "Maria Madre della Provvidenza - onlus"

Ufficio Stampa

Complimenti vivissimi da parte di tutta la redazione di “adestra” per il nuovo successo ottenuto che aiutando chi ha meno di noi arricchisce moralmente la nostra cittadina.
Se vi farà piacere noi seguiremo e segnaleremo sul nostro Blog  ogni vostra iniziativa.




permalink | inviato da adestra il 11/6/2007 alle 14:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


10 giugno 2007


ANCORA SILENZIO SI' TAV.

 

Nel confronto in atto tra i movimenti SI TAV e NO TAV è indispensabile che l’informazione sia diffusa nel modo più trasparente possibile.

Nel leggere il quotidiano “La Stampa” di Venerdì u.s. leggiamo” La Polizia difende i sindaci dalla rabbia dei NO TAV”. L’articolo proseguiva poi “è accaduto qualcosa di nuovo- e di grave- lunedì sera a Villa Ferro, Bussoleno. irca duecento manifestanti dei comitati No-Tav hanno <assediato> la conferenza dei sindaci di Val Susa, Sangone e prima cintura”.

“La Luna nuova”, un bisettimanale locale riporta a pagina 3: “Lunedì sera, tra slogan e canzoni, la manifestazione davanti ai cancelli di Villa Ferro dove si è riunita la conferenza dei sindaci è proseguita fin quasi a mezzanotte quando gli amministratori hanno terminato la loro discussione. Antonio Ferrentino, Presidente della Comunità Montana, Bassa Valle, è uscito e ha brevemente relazionato su quanto gli amministratori avevano discusso. Ne è nato anche un piccolo battibecco con alcuni manifestanti che hanno accusato Ferrentino e più in generale la Conferenza dei Sindaci di non essere legittima (visto che non è prevista in alcuno statuto degli Enti locali) e poco trasparente visto che non permette a nessun esterno la partecipazione e non redige verbali. Fermentino ha risposto che “ la Conferenza è uno strumento di cui la Comunità Montana si serve per avere un momento ulteriore di confronto tra Amministratori”, e ne ha rivendicato la legittimità. Tutto comunque si è concluso in poco più di dieci minuti.”

Quale delle due testata giornalistiche ha riportato il vero?

E’ stato <assedio> o <piccola discussione>?

Noi ci poniamo una domanda: perché l’informazione ha raggiunto punti di così oscura differenziazione su un problema che rischia di infiammare ancora di più il clima che si respira a pieni polmoni anche nella nostra bellissima Val Sangone?

Qui prodest?

                                   adestra




permalink | inviato da adestra il 10/6/2007 alle 21:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 giugno 2007


Tav. Tensione tra sindaci e comitati

 

Leggiamo sul giornale che la Polizia a Bussoleno ha dovuto “difendere i sindaci dalla rabbia dei NO TAV”.

Crediamo che la forza dei movimenti non si debba esprimere con la violenza in quanto la stessa li indebolisce e li riduce a facile, e forse voluta, preda.

Concordiamo solo parzialmente, con il Sindaco di Susa che dichiara che “la contestazione rientra in un clima di tensione inevitabile in vista dell’incontro che si terrà a Roma”, in quanto una cosa è la tensione ed un’altra è l’aggressione.

Certamente che un dialogo più aperto tra le Parti non potrebbe che fare del bene a tutti.

                               adestra




permalink | inviato da adestra il 8/6/2007 alle 12:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


8 giugno 2007


A monnezza a Torino. Porta a porta sì o no?

 


"Aumentare la raccolta differenziata è demagogico. Gli unici effetti saranno una maggiore sporcizia in strade e cortili e rivolte popolari a causa dei costi sproporzionati a carico dei cittadini". Lo affermano il presidente provinciale di An, Agostino Ghiglia, e la capogruppo in Provincia Barbara Bonino.
"Estendere ad altri 100 mila torinesi la raccolta porta a porta dei rifiuti - aggiungono gli esponenti piemontesi di An - farebbe aumentare il costo del 13,5%. Quando il servizio interessera' il 100% della popolazione, l'incremento tocchera'il 76%. Noi non siamo contrari alla raccolta differenziata, ma contro una sua gestione irrazionale e fallimentare. Non vorremmo che questa differenziata spinta - concludono Ghiglia e Bonino - servisse solo a ingrassare le tasche di qualcuno e a svuotare quelle dei cittadini".


Fonte : Ufficio Stampa An




permalink | inviato da adestra il 8/6/2007 alle 10:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa


2 giugno 2007


La democrazia a Giaveno è forse rievocazione storica?


Stamattina a Giaveno in due diverse piazze destra, sinistra e No Tav animavano il sabato dei villeggianti.  La destra attraverso i simpatici Menestrelli del Gruppo Ottone III distribuiva locandine di invito alla consueta manifestazione di rievocazione storica estiva. La sinistra vendeva piante per sostenere la nascita del nuovo Partito Democratico. I No Tav con le loro bandiere in spalla venivano circondati dagli agenti del Corpo Municipale dopo che, secondo la testimonianza di alcuni di loro, non era stata ammessa dalla amministrazione comunale la richiesta di poter sistemare il loro banchetto.

In questo breve scorcio di vita politica della piazza giavenese quello che risulta essere piuttosto evidente è che esiste un fronte No Tav che non sembrerebbe al momento avere alcun antagonista all’orizzonte. La valle da tempo si anima di convegni sul tema, ponendo l’accento sui contro di questa grande opera pubblica, e nessuno sul fronte dei pro si muove per informare la popolazione dei benefici che dovrebbe portare. Neppure i nostri amici della Giaveno Sicura attenti osservatori della viabilità aviglianese e mirabili rievocatori di un passato in cui le diligenze rappresentavano pionieristiche forme del trasporto ad alta velocità. E sì che la cittadinanza si aspetterebbe un dialogo serrato tra movimenti contrapposti per sentirsi informati protagonisti di una scelta che riguarda la terra, la vita e la salute di tutti. Ma se si vuol guardare la realtà di oggi con uno sguardo all’Anno Mille dobbiamo convenire con i nostri vecchi amici che la democrazia in certi periodi è stata proprio fuori moda. Magie e misteri di un vintage politico che non ci rappresenta. Ecco perché certi simboli spariscono insieme al senso di appartenenza ad una realtà politica locale che è quel che è.

 

                       adestra(?)   




permalink | inviato da il 2/6/2007 alle 18:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


13 aprile 2007


Torino: smascherata la sinistra



DOPO AMATO,NEMMENO LA BRESSO DA UN EURO A CHIAMPARINO SULLA SICUREZZA! SMASCHERATE LE BUGIE DELLA SINISTRA.

Gli emendamenti del Gruppo di Alleanza Nazionale hanno smascherato,definitivamente,le bugie della sinistra in tema di sicurezza dei cittadini: dopo Amato, neppure la Bresso da un euro a Chiamparino sulla sicurezza!
Eppure il Sindaco di Torino, nell'ultimo tavolo per la sicurezza ( e alla presenza del Prefetto), aveva assicurato che sarebbero arrivati 5 o 6 milioni di Euro dalla Regione per finanziare iniziative sulla sicurezza...Parola di Caracciolo!
Ebbene,la maggioranza ha bocciato tutti gli emendamenti di AN che andavano a rifinanziare l'unica legge esistente sulla sicurezza e che avrebbero consentito a Torino di accedere ai fondi....
Chissà cosa ci dirà domani Chiamparino alla riunione del tavolo della sicurezza....Le bugie hanno le gambe corte!
Se continueremo con queste vergognose bugie, sarà chiaro che il "tavolino Chiamparino" (sulla sicurezza) è una presa in giro per buttare fumo negli occhi dei cittadini di fronte ad una situazione in progressivo peggioramento e noi non parteciperemo più. Finora meno agenti e O euro,cosa aspetta Chiamparino a farsi sentire al Viminale e in Piazza Castello?

On. Agostino Ghiglia
Presidente Provinciale AN

                       adestra




permalink | inviato da il 13/4/2007 alle 14:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio